holidays in italy

Charter in barca a Vela in Italia

Vacanze in barca alla scoperta di arcipelaghi e Isole italiane

Catamarani e barche a vela con skipper o soluzione bareboat, house-boat

Pacchetti offerta charter a vela - bed and breakfast in ogni località

Solo flotte e barche selezionate con i migliori skipper - gruppi e imbarchi singoli

Per informazioni e prenotazioni +39 06 77250543 - e-mail: info@italyyachtcharters.com

English vacanze in italia

Ricerca

Blog

Forum

Site Map

Contattaci Come prenotare Porti d'imbarco Barche Operatori

Blog

Richiesta Itinerari Destinazioni Home

holidays in italy

holidays in italy

holidays in italy

holidays in italy

holidays in italy

holidays in italy

holidays in italy

holidays in italy

holidays in italy

sabato, agosto 09, 2008

Bed and Breakfast in Italia

Un nuovo sito per coloro che cercano un bed and breakfast in Italia. Un sito di qualità che si prefigge di mostrare gli alloggi tramite un'ottima galleria fotografica, grafica accattivante, facilità di navigazione e ilcontatto diretto tra utente e gestore. Bed And Breakfast Italy .COM offre anche una selezione di piccoli hotel in Italia, agriturismo e appartamenti indipendenti (case vacanza).

Visita Bed And Breakfast Italy .COM cliccando qui:
http://www.bed-and-breakfast-italy.com/

giovedì, ottobre 11, 2007

Sardegna in barca a vela

La Sardegna è la seconda isola nel Mediterraneo per estensione. Grazie alla sua posizione geografica al centro del Mediterraneo è da sempre una delle mete preferite degli amanti delle vacanze in barca a vela. Il clima mite e temperato permette di allungare la stagione estiva da Aprile a Novembre. Sia che navighiate a vela o a motore, nel mare di Sardegna vi troverete immersi in brillanti acque color turchese. Sulla costa troverete rocce scolpite dal vento, spiaggie di sabbia finissima e bianchissima o di ciottoli rossastri, lagune dai colori mozzafiato. La natura inoltre, ancora selvaggia e incontaminata, è protetta da i suoi parchi nazionali: primi fra tutti l’Arcipelago della Maddalena, il Parco Nazionale dell’Asinara. Altro richiamo è la splendida Costa Smeralda, lussuoso luogo ormai leggendario ritrovo per i V.I.P di tutto il mondo. E poi una ricca gastronomia e magnifiche grotte e percorsi per il trekking non meno entusiasmanti delle sue coste: la sardegna é tutto questo e molto di piu per una vacanza in barca a vela da sogno.

Scopri la Sardegna in barca a vela o su di un lussuoso yacht con italy Yacht Charters

Etichette:

martedì, febbraio 20, 2007

Programma della 32a America's Cup

VALENCIA LOUIS VUITTON ACT 13
3 - 7 Aprile 2007
E’ l’ultima opportunità per vedere tutti i 12 team della 32ma America’s Cup regatare insieme. Terminato l’act, infatti, il Defender Alinghi si allenerà per conto suo, lontano dai challenger impegnati nella Louis Vuitton Cup. L’avventura della 32ma America’s Cup è iniziata nel 2004 e ha visto i Louis Vuitton Acts di Marsiglia, di Malmö Skane e di Trapani oltre a quelli di Valencia, la città designata ad ospitare la 32ma edizione. Il formato di flotta è stata certamente tra le novità più apprezzate da pubblico e partecipanti. Sebbene il formato classico dell’America’s Cup sia quello di match racing (duello a due), non dobbiamo dimenticare che fino al 1870 le barche correvano tutte insieme. Vedere 12 scafi di America’s Cup Class - per complessive 300 tonnellate di fibra di carbonio – battagliare nello stesso specchio d’acqua è uno spettacolo che difficilmente si dimentica. Nel Louis Vuitton Act 13 i challenger avranno l’ultima occasione per accumulare punti utili (moltiplicati per 3) che si trasformeranno in bonus point prima dell’inizio della Louis Vuitton Cup.

LOUIS VUITTON CUP - ROUND ROBIN
16 Aprile - 7 Maggio 2007
Undici team alla conquista delle semifinali. Alla fine dei due gironi, soltanto quattro team accederanno alle semifinali. Gli altri saranno eliminati. L’inizio dei RR coincide con l’inizio della fase eliminatoria della 32ma America’s Cup. Da questo momento si corre solo in match race. È la fase più concitata dell’evento, perché si combatte per sopravvivere e guadagnare un posto nelle semifinali.

SEMIFINALI
14-25 Maggio 2007
La pressione cresce: sono rimasti solo 4 team in gara. Chi sarà il challenger finalista? Nessun errore è permesso, nessuna regata è più scontata. Il team in testa alla classifica sceglie il suo avversario per le semifinali lasciando i rimanenti due a regatare tra loro. I due vincitori accederanno alle finali. Ogni giorno è giorno di regata. Questa fase potrebbe durare cinque giornate (nel caso di un secco 5 a 0) oppure nove (vince chi per primo si aggiudica 5 regate).

FINALE
1 - 12 Giugno 2007
E’ la fase finale delle regate di selezione sfidanti. Solo due team sono rimasti in gara. Il vincitore della Louis Vuitton Cup avrà il diritto di sfidare il Defender Alinghi nel 32mo Match di Coppa. Anche qui si corre al meglio di nove regate (chi per primo arriva a cinque ha vinto). Potrebbe succedere come nel 2000, dove ci sono voluti nove giorni per conoscere il finalista, oppure potrebbero bastarne cinque... Per i challenger in lizza si tratta della resa dei conti, della fase finale di un processo durato 4 anni, durante il quale ogni giornata, ogni secondo, sono stati vissuti in funzione di questo storico momento. Nata nel 1970, per le pressioni del Barone Bich, la serie eliminatoria funziona: dalla nascita della Louis Vuitton Cup (1983) su sei edizioni disputate, il vincitore ha poi battuto il Defender quattro volte. Prima della nascita della Louis Vuitton Cup, un challenger non aveva mai battuto il Defender in 132 anni di evento.

32nd AMERICA'S CUP MATCH by Louis Vuitton
23 Giugno – 7 Luglio 2007
Finalmente, dopo due mesi passati ‘in isolamento’ ad allenarsi in casa e ad osservare lo svolgimento della Louis Vuitton Cup, il Defender Alinghi ritorna in gioco, per affrontare il challenger designato. Adesso Alinghi deve difendere il trofeo. Anche l’America’s Cup è al meglio di 9 regate. Generalmente, i primi due giorni di regate sono un termometro abbastanza affidabile (ma non sempre) per capire il livello dei due team in gara e per azzardare previsioni... Anche l’Ameria’s Cup potrebbe chiudersi con un secco 5-0 oppure prolungarsi per 9 giorni come è accaduto nel 1983.

Buon divertimento,

Italy Yacht Charters - Charter a Vela nel Mediterraneo

Etichette:

venerdì, gennaio 12, 2007

Numero velico 100 ad Alinghi

Ad Alinghi il numero velico 100. È ufficiale: Alinghi, il Defender della 32ma America’s Cup, ha ricevuto il numero velico 100. Alinghi diventa quindi la prima imbarcazione della Classe America’s Cup ad avere un numero velico a tre cifre. SUI-100, la seconda delle due nuove barche che Alinghi ha realizzato per la 32ma America’s Cup, è in costruzione presso il cantiere Décision a Vevey, in Svizzera sotto la supervisione del responsabile della costruzione Michel Marie e del direttore del cantiere Bertrand Cardis.

Attualmente Alinghi si sta allenando a Dubai. L’assegnazione del numero 100 significa che per questa edizione di Coppa, sono state costruite 18 nuove imbarcazioni ACC. La 32ma edizione sarà la quinta del ciclo di America’s Cup Class, nata a San Diego nel 1992. La maggior parte degli scafi costruiti sino ad oggi appartiene alla prima versione della formula di stazza, con 27 numeri velici assegnati. All’epoca, i team non avevano l’obbligo di limitare a due il numero di nuove barche: il team de il Moro di Venezia, infatti, ne costruì cinque mentre America3 ne realizzò quattro.

Ventiquattro numeri velici sono stati assegnati a scafi americani, questo significa che circa un quarto delle barche ACC è stato costruito negli USA. Quindici sono le barche italiane e 13 gli scafi ACC costruiti in Nuova Zelanda. I francesi ne hanno realizzate 10, mentre spagnoli e giapponesi si sono limitati a sette ciascuno. In realtà sono stati assegnati due numeri velici anche ai russi ma solo una barca è stata completata (non ha mai regatato). SLO 04 era stato assegnato ad una barca slovena che però non ha mai lasciato il paese.

Italy Yacht Charters - Charter a vela in Italia

Etichette:

martedì, dicembre 19, 2006

Nuova Luna Rossa a Valencia

Ieri mattina (lunedì 18) la nuova ITA 94 di Luna Rossa Challenge è arrivata nel Port America’s Cup di Valencia.
La nuova imbarcazione del team italiano, che si andrà ad affiancare a ITA 86 (varata nel 2006) è arrivata dopo circa 5 giorni di viaggio in tir dal cantiere di Bergamo dove è stata costruita.

La seconda nuova barca è frutto di tre anni di studio, ricerca e progettazione. Adesso il team lavorerà per l’assemblaggio dell’attrezzatura e per la messa a punto, al fine di mettere in acqua lo scafo il prima possibile e cominciare gli allenamenti in vista del Louis Vuitton Act 13 del prossimo aprile.

Claudio Maletto, del design pool di Luna Rossa, ha commentato: “Si tratta di una barca molto diversa rispetto a ITA 86, e anche dal punto di vista estetico non si possono non notare e apprezzare le leganti linee dello scafo e l’evidente sviluppo progettuale”.

Il varo di ITA 94 è atteso nel Port America’s Cup di Valencia a gennaio.


Italy Yacht Charters - charter a vela in Italia

Etichette:

martedì, dicembre 12, 2006

Regole della 32a America's Cup

La semplicità di una regata di America’s Cup è alla base del secolare successo dell'evento. Quella del duello, con due barche che si sfidano su un campo di regata, con un vincitore ed un perdente è, infatti, un'idea vincente. Ma per quanto semplice in teoria, quest'idea si è poi strutturata attraverso un complesso sistema di regole; alcune create ad hoc per l'America's Cup; altre, che sono in comune con tutto il mondo delle regate veliche.

Il ‘Deed of Gift’ (Atto di Donazione della Coppa) è il documento originale che governa l'America's Cup. Qualche anno dopo la vittoria di America, nel 1851, il sindacato della goletta donò la Coppa delle Cento Ghinee al New York Yacht Club, con un Atto di Donazione, che stabiliva che il trofeo sarebbe diventato "un challenge perpetuo per competizioni amichevoli tra nazioni". Così nacque l'America's Cup, che prese il nome dalla goletta vincitrice. Il Deed of Gift, con alcune successive modifiche è tutt'ora il documento base che governa l'evento.
Il protocollo della 32ma America's Cup’ è stato redatto nel marzo 2003 dallo yacht club vincitore, la Société Nautique de Genève e dal Challenger of Record, il Golden Gate Yacht Club. Il Protocollo si riferisce alle regole generali e al formato della 32ma America's Cup.Il documento chiamato ‘Terms of Challenge’ (Termini della Sfida) dettaglia tutti i diritti e i doveri degli organizzatori e dei partecipanti alla 32ma America's Cup. L'America's Cup Class Rule (Regola della Classe AC) informa sulle tolleranze e sulle restrizioni relative alle misure di uno yacht Classe America's Cup.
La versione 4 della Class Rule è stata in vigore per la 31ma America's Cup e sarà ancora valida per misurare le barche per il 2004. La versione 5 dell'America's Cup Class Rule sarà in vigore dal 2005 in poi. La versione 5 consente di avere una maggiore superficie velica e una barca più leggera ma, grazie al pescaggio superiore, stabile come prima. Quello che vedremo, durante 32ma America's Cup, sarà insomma, uno yacht versione "turbo".
Quando le barche sono in acqua sono soggette alle Regole del Racing Rules of Sailing, espressamente modificate per il Match Race e anche per l'America's Cup. U'importante modifica nell'ambito del Match Race è stata l'introduzione dei Giudici a mare (Umpire); la presenza di giudici, che seguono le regate da un gommone, vicino alle barche, ha contribuito all'eliminazione delle proteste a terra, legate all'applicazione delle Racing Rules of Sailing.
Gli Umpires sono come tutti gli altri "arbitri" sul campo: verificano immediatamente un'eventuale scorrettezza e applicano all'istante la punizione. Gli Umpire saranno utilizzati sia nelle regate di flotta, sia nei match race della 32ma America's Cup.

Italy Yacht Charters - Charter a Vela in Italia

martedì, agosto 22, 2006

L'ammiraglio Foschini, in barca dal 1935

L'ammiraglio Ugo Foschini e' uno skipper di 90 anni, si muove tra le vele con l'agilità di un ventenne e vince regate. L'ultima vittoria a Napoli 2 mesi fa, leader indiscusso alla Velalonga: è lo skipper più anziano del mondo. Per lui la vela è vita e non potrebbe mai rinunciarci. Così ogni sabato è in barca a manovrare e a fare progetti per il futuro: ha già pronto il calendario di gare del 2007, dalla Barcolana di Trieste alle coppe 'Banfield Skipper' e 'Acton'.

Un'interessante lettura uscita dalla penna dell'ammiraglio è:
La marina e la vela. Storia dello sport velico nella marina militare
Autore: Foschini Ugo; Schiavoni Giancarlo
Prezzo: € 44,00
Dati: 288 p., ill., brossura
Anno: 2004
Editore: Primula Multimedia

Una buona e longeva Navigazione!

Italy Yacht Charters

Etichette:

 


Ricerca | Blog | Forum | Site Map | Contattaci | Come prenotare | Porti d'imbarco | Barche | Operatori | Richiesta | Itinerari | Destinazioni | Home

Con Italy Yacht Charters potet prenotare barche a vela, barche a motore oppure catamarani in Italia. Yachts da standard al lusso con equipaggio/skipper oppure con formula bareboat. Un modo diverso di scoprire le meraviglie d'Italia con servizi personalizzati ed affidabili.
Italy Yacht Charters © 2006 Ulisse 2000 S.r.l.

holidays in italy

Valid HTML 4.01 Transitional Valid CSS!

Powered by Blogger